www.velocitadellasperanza.org

Prossimo Evento: sabato 25 febbraio 2012 ore 20.30

Trichiana (BL) sala San Felice

Un concerto per la formica

 

città della speranza

Scarica il volantino

L'associazione vista dai bambini

Guarda i disegni

 

Un disegno veloce... per la cittą

 

Le scuderie automobilistiche BL Racing-TDS Sport–Acn-forze di Polizia, l’azienda M.G.A. e la Fondazione  “ La Città della Speranza “ si uniscono presentando il progetto di solidarietà:

“ La Velocità della Speranza.”

I piccoli degenti della clinica di oncoematologia dell’ospedale di Padova hanno aderito con entusiasmo alla richiesta di produrre dei disegni sul tema: La Velocità della Speranza.
Gli elaborati saranno utilizzati come livrea sull’auto da competizione messa a disposizione dalla scuderia automobilistica BL Racing-TDS Sport e condotta dal pilota Enzo SLONGO.
La stessa parteciperà al Campionato Italiano Velocità Circuito Open Turismo denominato “ Coppa Italia 2009 ” con validità per il 9° Challenge Velocità Polizie 2009. Il tutto è organizzato dal Gruppo Peroni Promotion, Società di organizzazione eventi motoristici che si è dimostrata particolarmente sensibile all’iniziativa mettendo a disposizione la propria segreteria per il sostegno del progetto legato alla Fondazione. Un sinergia di forze ha reso possibile la realizzazione di questa iniziativa, proposta quale forma d’ulteriore sensibilizzazione nell’ambito sportivo. In primis l’azienda “ M.G.A “ di Fonzaso legata da qualche tempo al pilota Fonzasino che ha accolto la proposta confermando la propria presenza per la stagione agonistica 2009, ma non di minor importanza il ruolo di grandi marchi già legati alla scuderia zummellese quale SPICAM, FOLLADOR, CORNALE, ARA Feltre, Copytech e di chi ha contribuito a formare le basi tecniche del progetto: Preparazioni Sportive Zanghellini - Ivano Fracena ( TN ), De Moliner Mauro,SLONGO Matteo,Veneri Assetti e Officina De Fanti Luciano Verona .
Otto sono le manifestazioni in calendario da disputare presso gli autodromi nazionali con richiesta quindi d’impegno a 360°.e in primo luogo quello morale per l’impegno preso nei confronti dei piccoli, ricordando che il primario obiettivo del progetto e raccogliere fondi per aiutare la ricerca e le cure nel campo dell’oncoematologia infantile.
La Città della Speranza ; un luogo dove ogni giorno oltre 100 persone contribuiscono a fare del reparto di Oncoematologia Pediatrica di Padova una vera città della speranza. Sono loro; Medici, ricercatori, personale infermieristico e volontario che con la preziosa virtù dell’umanità sono a fianco dei bambini, per lottare contro la malattia, ma soprattutto per conquistare la guarigione. La Fondazione “ Città della Speranza “, nasce nel dicembre 1994 per iniziativa di un gruppo di aziende e privati coinvolti dall’entusiasmo imprenditoriale di Franco MASELLO.
Un centro di ricerca internazionale, una gestione basata esclusivamente sul volontariato e quindi a costo zero, obiettivi raggiunti con rapidità, concretezza e trasparenza. Un impegno contagioso che non conosce sosta. Venti anni fa, di fronte ad una leucemia infantile si poteva solo rimanere a guardare; oggi su dieci bambini ammalati, otto guariscono.Se guardiamo che cos’è oggi la fondazione riconosciamo con piena soddisfazione e consapevolezza un organismo molto vitale, in costante crescita, capace di sorprendere per la sua forza.
Dalla sua nascita a oggi la fondazione ha realizzato un’intensa opera di sensibilizzazione e coinvolgimento attorno al problema delle leucemie infantili, organizzando manifestazioni ed eventi di diverse portate che con la sola forza della solidarietà hanno contribuito alla raccolta di fondi per le opere d’assistenza. Non per ultima la posa della prima pietra della Torre della Ricerca. Una struttura nata all’interno della sede del C.N.R. di Padova, area di 10 mila metri quadrati donata dal Consorzio Zona Industriale di Padova alla Città della Speranza. La fine dei lavori è prevista per il 2011 quando oltre 300 ricercatori potranno, compiere i propri studi alla ricerca di cure per i tumori infantili e per le malattie pediatriche in genere. 25 milioni di euro il costo, un impegno notevole se pensiamo che la costruzione è interamente finanziata dalla Fondazione con l’aiuto di privati e istituti bancari.
“ Grazie “, è quello che dobbiamo dire a coloro che ci coinvolgono in iniziative che producono positività interiore e ci fanno diventare grandi aiutando chi esprime un unico desiderio:

“ Voglio diventare grande come te “

 


Foto manifestazioni e vetture

News e giornali

Ringraziamenti